Chifferi

Mandorle, zucchero e fiori d'arancio
Chifferi (Img: Provincia di Savona)

Ingredienti:

  • 130 gr di mandorle dolci in polvere
  • 130 gr di zucchero
  • 2 albumi d’uovo
  • 1 cucchiaio di acqua di fior d'arancio
  • un cucchiaio di olio di mandorle
  • mandorle dolci a lamelle

Utensili di preparazione e presentazione

  • una terrina
  • una frusta
  • una sac à poche
  • un cucchiaio
  • il pennello da cucina
  • carta forno

Procedimento per la preparazione

Sbattere nella terrina gli albumi e mescolarli con la farina di mandorle, lo zucchero e l’acqua di fiori d'arancio fino ad ottenere un impasto consistente, come un purè sodo.

Mettere il composto nella sac à poche  e formare delle mezze lune sulla placca del forno, ricoperta precedentemente di carta forno leggermente spennellata con l’olio di mandorle; ricoprirle i dolcetti  di mandorle a lamelle.

Far cuocere a calore moderato (150° circa) fino a doratura.

Chi ripropose in tempi moderni questi dolcetti tradizionali fu Benedetto Ferro, ex navigante con la passione dell’arte pasticcera che nel 1872 aprì una pasticceria a Finale Marina, tuttora aperta. L'etimo, di probabile derivazione araba (kefir = luna), nasce  proprio dalla forma di mezzaluna che viene data a questi  squisiti pasticcini a base di mandorle.

Sembra che la parola pare derivi dal tedesco Kipfel, dolce a forma di mezzaluna ideato da un fornaio viennese per festeggiare la liberazione della città dall'assedio turco nel 1683.

Ricetta gentilmente concessa dagli studenti dell'Istituto Migliorini di Finale Ligure.

Maggiori informazioni: