Il Digital Fiction Festival protagonista al Festival di Cannes

l Digital Fiction Festival è stato presentato lo scorso venerdì al Festival del Cinema di Cannes, durante un evento organizzato al Padiglione Italia da Genova Liguria Film Commission, alla presenza della Presidente Cristina Bolla.

Il DIGITAL FICTION FESTIVAL è un evento internazionale dedicato alla fiction che la Genova Liguria Film Commission ha inserito nel calendario eventi dedicato al ventennale della fondazione ligure e che si terrà alla Fortezza di Castelfranco di Finale Ligure (SV) dal 1 al 4 agosto prossimi, preceduto a giugno dalla conferenza stampa di presentazione che ne svelerà tutti i dettagli organizzativi.

Oltre alla presenza della Presidente Cristina Bolla, erano tra gli altri presenti in sala il Direttore Andrea Rocco, il regista Giorgio Molteni, la sceneggiatrice Raffaella Verga, gli attori Cristiana Manzi Dell'Aira e Renzo Sinacori, e Roberto Grossi, Presidente dell'Associazione culturale E20, partner organizzativo del festival.

A curare la direzione artistica del DIGITAL FICTION FESTIVAL sarà Walter Iuzzolino, uno fra i maggiori esperti mondiali del settore, editor del canale britannico Channel 4 e ideatore del servizio internazionale di streaming Walter Present.

Walter Iuzzolino selezionerà, all'interno del panorama internazionale, dieci fiction che verranno presentate ad una commissione tecnica (formata da registi, sceneggiatori e altri addetti ai lavori) che avrà il compito di scegliere le migliori cinque che verranno quindi presentate nel corso del festival. La scelta della fiction vincitrice sarà affidata alla votazione del pubblico.

Parte del festival sarà poi dedicato alle fiction italiane, con particolare attenzione alle molte realizzate in Liguria.

Il DFF non sarà però solo proiezioni di fiction internazionali in anteprima ma anche l’occasione per entrare più a fondo nei meccanismi che compongono la creazione del prodotto fiction: attraverso una serie di incontri, tavole rotonde, masterclass, eventi musicali e mostre.

Il DIGITAL FICTION FESTIVAL, prima manifestazione in Italia interamente dedicata alla fiction internazionale è sostenuta oltre che dalla Genova Liguria Filmcommission, dalla Regione Liguria, dal Comune di Finale Ligure, Fondazione De Mari, Unione Provinciale Albergatori e da altri soggetti in via di definizione.

 

La presidente della GenovaLiguria Film Commission, Cristina Bolla, ha ricordato che nel 2019 cadono i 20 anni di attività della Film Commission ligure e che in occasione del ventennale verranno organizzate molte attività sul territorio ligure di cui il DIGITAL FICTION FESTIVAL rappresenta la punta di diamante.

La presidente ha poi illustrato gli ottimi risultati che la Film Commission ligure, la più longeva in Italia, ha conseguito: solo nel 2018 il comparto ha ottenuto il 17,6% di presenza di network italiani e internazionali che hanno scelto la Liguria come teatro delle riprese di film e fiction coinvolgendo, oltre a Genova, altri 32 comuni della regione come sede di ripresa; i giorni di shooting sono stati 480 e la conseguente ricaduta sul comparto alberghiero è stata decisamente significativa. Altrettanto importante è stata la ricaduta sulle professionalità territoriali legate al mondo di cinema e fiction, che sono state ampiamente valorizzate.

 

E' stato inoltre presentato il logo e la grafica del festival, caratterizzata da una divertente mascotte, un personaggio ideato dal grafico di fama internazionale Massimo Fenati.

 

Ha poi preso la parola il sindaco di Finale Ugo Frascherelli che si è detto onorato che Finale sia la culla di un Festival unico in Italia sottolineando l’importanza per la cittadina ligure di ospitare un avvenimento di levatura internazionale; ha inoltre auspicato che il DIGITAL FICTION FESTIVAL possa essere un volano per le professionalità e il territorio finalese, ricordando come la scelta di realizzare la fiction Montalbano in Sicilia abbia contribuito alla notorietà dei luoghi in cui la serie è stata girata e a valorizzare le professionalità siciliane coinvolte nella produzione.

 

Prima di entrare nel dettaglio delle attività, Cristina Bolla ha riferito che il DIGITAL FICTION FESTIVAL gode del patrocinio della Rai e della partnership di Rai Fiction.

Insieme a Roberto Grossi la presidente ha poi illustrato il contenuto del DFF: 4 giorni di attività che ruoteranno intorno alla fiction internazionale ma che vedranno anche ampi spazi dedicati alle produzioni italiane con un’attenzione particolare a quelle girate in Liguria. Il DFF sarà quindi anche l’occasione per presentare in anteprima alcuni teaser di importanti fiction italiane –attualmente in lavorazione in Liguria- che saranno sugli schermi dal prossimo anno.

 

A curare la direzione artistica del DFF sarà Walter Iuzzolino, ligure di origine ma da molti anni residente a Londra, uno fra i maggiori esperti mondiali del settore editor del canale britannico Channel 4 e ideatore del servizio internazionale di streaming Walter Present.

 

Walter Iuzzolino selezionerà, all’interno del panorama internazionale, dieci fiction che verranno presentate ad una commissione tecnica (formata da registi, sceneggiatori e altri addetti ai lavori del settore) che avrà il compito di scegliere le migliori cinque che verranno quindi presentate al pubblico nel corso del DIGITAL FICTION FESTIVAL.

 

Erano presenti in sala tra gli altri i registi Nicoletta Polledro e Giorgio Molteni, menbri entrambi della commissione tecnica.

 

Nel corso delle diverse serate il DFF ospiterà poi grandi nomi del panorama attoriale legato alla produzione di fiction italiane. Il DFF non sarà però solo proiezioni di fiction internazionali in anteprima ma sarà anche l’occasione per entrare più a fondo nei meccanismi che compongono la creazione del prodotto fiction: attraverso una serie di incontri, tavole rotonde, masterclass, sonorizzazioni, mostre fotografiche il mondo della serialità sarà indagato e osservato da punti di vista differenti.

Al pubblico, vero protagonista del DFF andrà infine il compito di decretare la fiction vincitrice nel corso della serata finale, il 4 agosto.

 

Tra gli eventi musicali lo spettacolo “MENTRE LE OMBRE SI ALLUNGANO”, spettacolo simbolo dell’avanguardismo dei La Crus, storica band milanese, chi si riunisce esclusivamente per ridare vita a questa performance e per pochissime date. Un concerto con una proiezione sul grande schermo in cui, come una grande finestra, scorrono le immagini oniriche, campionate dai primi esperimenti di cinema di Man Ray.

 

Come omaggio alla tradizione italiana legata al cinema e all’audiovisivo in genere verrà inoltre allestita una mostra fotografica dedicata al capolavoro del cinema muto “Cabiria”.

 

Nel corso dell’incontro sono state quindi state presentate in anteprima alcune delle immagini facenti parte della mostra accompagnate dalla musica e dalla voce incantevole di Sarah Stride, cantautrice fra le più interessanti della musica emergente italiana, accompagnata da Frank Martino, applauditissimi dal pubblico presente in sala.

__________________________

Info stampa:

Paola Maritan

Tel. 3382414007 | paola.maritan@anicecommunication.com