Un Libro per l'Estate 2018. Riccardo Iacona e Alfredo Robledo con Cristina Malavenda

(Ph: Pixabay)
Arte e Cultura
Conferenze, convegni
Luogo: 
Piazzale Buraggi
Data: 
Sabato 14 Luglio 2018
Orario: 
ore 21,15
Ingresso: 
Ingresso libero

«L’autonomia dei pm è di fatto sotto attacco. Da essa dipende il funzionamento della democrazia: se si scardina l’equilibrio tra i poteri e la politica mette le mani sulla giustizia, ogni arbitrio è possibile». Forte di questa convinzione, Riccardo Iacona ci conduce nelle stanze dei Palazzi in cui si esercita la «malagiustizia» italiana, puntando i riflettori su un intricato groviglio di lotte fratricide e interessi inconfessabili. I retroscena del lavoro delle procure, le vicende dalle quali sono nate indagini su banche, corruzione, malaffare, e i processi che dalla stagione di Mani Pulite a oggi hanno occupato le prime pagine dei quotidiani rivivono nell’avvincente ricostruzione di una delle migliori voci del giornalismo investigativo italiano. L’incontro con l’ex procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo, protagonista di eclatanti contrasti che lo hanno indotto a presentare un clamoroso esposto al Consiglio superiore della Magistratura, innesca un’appassionante inchiesta sulla realtà delle aule di giustizia, tra documenti inediti e dichiarazioni esclusive, con il racconto in presa diretta delle vicende giudiziarie che hanno segnato la storia recente del paese, delle interferenze della politica, dello strapotere delle correnti, dei condizionamenti all’indipendenza dei giudici.

Riccardo Iacona
giornalista e conduttore televisivo. In Rai dal 1988, ha lavorato con Michele Santoro a Samarcanda, Il Rosso e il Nero, Il raggio verde, Moby Dick, Sciuscià-Edizione straordinaria. Dal 2009 conduce su Rai 3 Presadiretta, di cui è autore. Ha pubblicato vari libri-inchiesta, da ultimi: L’Italia in presa diretta. Viaggio nel paese abbandonato dalla politica (2010), Se questi sono gli uomini. La strage delle donne (2012) e Utilizzatori finali. Sesso, potere, sentimenti: il lato nascosto degli italiani (2014).

Caterina Malavenda è avvocato esperto di diritto dell’informazione e della comunicazione. Tiene corsi per centri di formazione giornalistica, tra cui l'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, per il Centro Formazione Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia e per l'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino.

Autrice di saggi accademici, il suo ultimo lavoro è Le regole dei giornalisti (Il Mulino, 2012), scritto con Carlo Melzi d'Eril e Giulio Vigevani.