Click here to view search form

Forte San Giovanni

Forte San Giovanni (Ph: Provincia di Savona)
Forte San Giovanni (Ph: Provincia di Savona) Forte San Giovanni (Ph: Provincia di Savona) Forte San Giovanni (Ph: Provincia di Savona) Forte San Giovanni (Ph: Provincia di Savona) Forte San Giovanni (Ph: Provincia di Savona)

Tra il 1640 e il 1644, allo scopo di rafforzare le difese poco sopra il punto in cui si incontrano le valli del Pora e dell'Aquila, venne edificato un forte, Forte S. Giovanni, che adattandosi alla conformazione orografica inglobò l'antico torrione medioevale (ricordato dal Filelfo e di cui si ha notizia da un disegno del 1571) che raccordava le mura di Finalborgo sul monte Becchignolo. I lavori furono diretti da Ferdinando Glazer.     

La costruzione si sviluppò con una tenaglia sul fronte meridionale e da una serie di cortine costituite da un'alta scarpa con cordolo di coronamento e basso parapetto sovrastante, priva d'aperture e con guardiole pensili sugli spigoli. Ulteriori interventi sulla fortezza furono guidati dall'ingegnere spagnolo Gaspare Beretta tra il 1674 ed il 1678.

La fortezza fu abbandonata dagli spagnoli nel 1707 e, dopo la sottomissione a Genova nel 1713, venne parzialmente distrutta. Nel 1822 fu adattata a penitenziario. Dal 1960 è di proprietà demaniale e negli ultimi anni è stata interamente restaurata.

Orario di apertura: 

L'apertura di Forte San Giovanni:

  • dal 9 giugno 2020 (orario estivo giugno-settembre): da martedì a venerdì 16.00-20.00; sabato e domenica 14.00-20.00.
  • dal 1° ottobre: da giovedì a domenica, dalle 11,00 alle 17,00.

Per consentire il rispetto delle norme di sicurezza l'ingresso è consentito ad un massimo 12 persone alla volta, prenotazione obbligatoria e visite ogni mezz'ora e ultimo ingresso mezz'ora prima della chiusura del sito.

Per evitare code o assembramenti dal 1 giugno sarà possibile prenotare la propria visita: al numero 338 1276580​ negli orari di apertura o collegandosi al sito internet: http://musei.liguria.beniculturali.it/PRENOTA

Al pubblico del museo sarà chiesta una collaborazione attiva nell’attuazione delle misure di protezione: indossare la mascherina (naso e bocca) e mantenere la distanza di almeno 1,5 mt.

I percorsi all’interno della struttura sono stati ripensati per consentire il transito dei visitatori nel rispetto delle distanze di sicurezza e apposite dotazioni di gel igienizzante saranno a disposizione nel sito. In questa prima fase di riapertura, per consentire una visita sicura e confortevole, alcuni spazi saranno temporaneamente non accessibili.

Indirizzo: 
Strada Beretta
Realizzazione: Provincia di Savona | Credits e note legali